mercoledì 21 dicembre 2011

L'addio al Caro Leader


Non capisco tutto questo stupore sulle televisioni italiane di fronte ai nordcoreani che piangono per la morte di Kim Jong Il...
Cosa c'è di così strano?
La gente piange per la morte di persone famose pure da noi, figuriamoci in un paese chiuso a ogni contatto con il mondo esterno, il cui popolo si sente sempre sotto attacco dall'estero capitalista (o che viene illuso che sia così, ovvio) e che ha fatto di Kim Il Sung e i suoi discendenti la sua stirpe regnante.
Trovo molto di parte il modo in cui le informazioni vengono date, a partire dal "era alto non più di 1,60", "sindrome di Stoccolma di massa" ecc ecc.
Non sono una grande conoscitrice della cultura coreana né di quella nordcoreana in particolare, ma è pur sempre un paese confuciano il cui il sovrano è "padre" di tutti e agisce per il loro bene.

A me la Corea del Nord è sempre piaciuta. Mi sembra un paese piccolo e abbastanza "disarmato" che nonostante tutto resiste e continua a farlo, pur nella tragica situazione interna.
Certo, è ed era aiutata dalla Cina (e chi altri se no?), ma è anche divisa in due con la Corea del Sud, con cui continua ad avere rapporti contrastanti considerandola a volte terra di fratelli (e molti in effetti lo sono, vedi i viaggi di "ricongiungimento familiare" che ogni tanto vengono permessi e organizzati) a volte di nemici giurati...

Detto ciò, Kim Jong Il (e anche Kim Jong Un, a quanto pare...) aveva un taglio di capelli osceno e l'aria da idiota.
E l'immagine che ho messo è splendidamente e terribilmente retorica.

Tv italiane, vi prego: Kim Jong Il (o Un) si legge "Kim Giong Il", non "Iong" né "Jon", né "Gion", né "Ion"!!!


http://www.bbc.co.uk/news/magazine-16262027
Boston Globe - Kim Jong Il body in display
http://www.washingtonpost.com body in display
Le Monde - Derrière la propagande, la tragédie nord-coréenne
El País - speciale su Kim Jong Il
Il Manifesto - La monarchia norcoreana saluta l'erede di Kim Jong-il

3 commenti:

Lorenzo Panzetta ha detto...

nessuno parla dei suoi occhialoni fotovoltaici?

Anita Luna Banchero ha detto...

Credo sia semplicemente superfluo...
Roba che nemmeno negli anni '80 più sfrenati!!!

Anita Luna Banchero ha detto...

Fra l'altro ti prego di notare come siano stato sensibilmente ridimensionati in quest'immagibe propagandistica!
XD